domande al Prof. Valbonetti

LA BOTTEGA ARTISTICA in TOKYO
Le Domande al Prof. Valbonetti

DSCN3343.JPG 

 
 
 
 
 
 
OGGETTO/ Scrivania in stile Biedermeier (Riproduzione)
 
PROVENIENZA/ Norvegia
 
EPOCA/ Primi '900 
 
MATERIALE LEGNOSO/ 
costruzione in betulla - Abete
impiallacciatura di betulla 
 
tutte le immagini sono ingrandibili cliccando sulle foto,
poi, ridiminuirle cliccando un'altra volta sulle foto
 
 

 
 

Descrizione

 Probabilmente fu un'altra scrivania ottocentesco, può anche risalire nel primo trimestre del ottocento (ma, non credo che sia nata come una propria del stile Biedermeier), dopo rivestita con l'impiallacciatura dello stesso legname nei primi del XX secolo. 
 
 Al momento della riforma era già danneggiata dagl'insetti, sopratutto le parti laterali e la schiena inclusa la battuta, mancavano un cassettino e tre delle quattro serrature. 
D'altra parte, le maniglie (anche le manigliette sui cassettini), le bocchette ed i piedi che sono nuovi furono rifatti per somigliare al stile.
 Il sistema originale dei supporti della ribalta, invece delle sbarre in ferro, che fu annullato e sostituito a questa maniera attuale è riconoscibile sulle tavole laterali sottostante dell'impiallacciatura (quindi è invisibile esternamente,) in quanto si trovano almeno quattro chiodi grossi moderni i quali sembrano che fissino qualche pezzo di legno da chiudere le guide su cui si sistemassero i supporti.
 
 
partelacunosa.jpg sistema ribalta.jpg        sbarra ferro.jpg
 

DSCN3100.JPGprima di restauro 

piede e battuta.jpg 
i piedi non sono originali, ma sono messi nello stesso momento in cui fu annullata la battuta, infatti quando è ripresa la battuta bisognava scavare i canali prolungati sui piedi laterali per inserirci la fodera  

 

 

I Problemi

# Che legno e' ????

Il cliente dice che e' legno di faggio, ma, non mi sembra. Le parti non verniciati hanno il colore di faggio, ed il mobile interamente non e' stato tinto, direttamente messo la gommalacca. Poi, gli assi laterali la cui base e' da due tavole giunte sono impiallacciati con unica tavola d'impiallacciatura, cioe' e' abbastanza larga e grossa, ma sottilissima.

# Il raddrizzamento della ribalta

Un problema piu' grosso e' le imbarcature delle due tavole, tra la ribalta e un'altra al fondo attaccata alla ribalta, le quali sono imbarcate a direzione opposta!
La ribalta e' imbarcata verso alto, invece un'altra e' imbarcata verso basso, in conseguenza quando e' aperto scrittoio creano una scaletta, cioe', un dislivello tra il mobile e la ribalta, sopratutto verso il centro.
Ma, non converrebbe toccare al piano sul mobile in quanto sarebbe troppo lavorioso smontare questa tavola su cui ci sono tanti elementi perfettamente incollati.
Allora, per raddrizzare la ribalta, senza creare i tagli per le cuciture che non le vuole il cliente come si puo' fare?
Io non ce l'ho, l'impianto per la curvatura con vapore con alta pressione...

# Come si fa per ravvivare, o chiarire il colore ????
Il cliente molto esigente vuole un colore piu' brillante ed elegante, detto oro-giallo. Secondo me, e' gia' oro-giallo, che sarebbe il colore della gommalacca. Infatti la scrivania non e' stata mai tinta con il mordente. Ma ci sara' un mordente che porta ad un colore piu' oro-giallo? senza scrire il colore attuale?
Io ho pensato che unica soluzione fosse " gommalacca a tmpone" ...pero'... Se lo provassi dovessi sverniciare interamente, ma, un'altra preoccupazione mia e' che con l'uso di sverniciatore, se danneggiasse l'impiallacciatura cosi' sottile quasi come la carta.....

cassettino.jpguno dei cassettini visto da dietro. tavola frontale e' unica tavola non impiallacciata cassettino rifatto.jpgSolo un cassettino e' stato rifatto, impiallacciato su una base in abete



名称未設定.jpg



imbarcatura.jpg distinzione.jpg

I Problemi nuovi

Lunedi /31 / Marzo

# L'intervento sulle parti estremamente lacunose

Forse questo problema sara' piu' grave dei altri.
Ho cavato la fodera, allora ci ho trovato un disastro.
Il piano sopra ed i due assi laterali sono definitivamente lacunosi per l'attacco dai tarli, sopratutto verso la fodera, non hanno piu' resistenza.
Si polverizza con un tatto con la mano, anche le parti su cui non si vede le lacune sono alla stessa condizione.
Allora, come posso trattare queste parti ? c'ho "Paraloid" , ma, sulle lacune peggioli cosi' non fara' l'effetto? Altrimenti, cavando tutte le parti strutturalmente rovinate ci integro? Sarebbe giusta maniera, ma..., enormemente lavorioso...! un quinto di ogni tavola parteranno via...

# I chiodi squadrati sono databili?

Trovo irriconoscibili chiodi sul mobile. Un tipo di chiodo squadrato anche la testa. col colore zinco e hanno meno peso di quello in ferro. Ci sono varie misure alla stessa forma.
Non mi sembrano il chiodo anticho, ma, industriale.
Esisteva o si trova anche in Italia? Con questo chiodo si puo' determinare la sua data produttiva?

Poi, la fodera e' una tavola stratificata a doppio. Anche con questa si puo' limitare la data?

cavata la fodela.jpgLa vista da dietro del mobile, la cui fodera era semplicemente inchiodata sui telai.
parte lacunosa2.jpg partelacunosa.jpg



chiodo squadrato.jpgUno dei chiodi strani. Le loro misure sono varianti.fodela stratificata.jpg



# Un canale attualmente non utilizzato

Il mobile ha il canale attualmente non utilizzato, prima di tutto, e' totalmente distrutto con i tarli, sicuramente, prima funzionava come la battuta della fodera.
Secondo Lei, questo mobile sia nato cosi' oppure sia stato ristrutturato ?
Perche' c' e' qualcosa che non mi torna... ad esempio, sul telaio incluso l'impiallacciatura hanno utilizzato la colla di coniglio, invece, le altre parti (il telaio e le guide per i cassettini e gli sportellini ) sono incollate con la colla bianca...






Comunque, non sono riuscita a cavare il piano da raddrizzare, perche' me sa che e' inchiodato con gli assi laterali, da sotto l'impiallacciatura.
Provo a raddirizzarlo senza smontare dal mobile.

excanale.jpg
estrazione dei cassettini.jpgSono riuscita soltanto a smontare i cassettini e gli sportellini.

Quando sia perso nel sito
Quando si perdi nelle pagine in giapponese sul mio sito, vada comunque alla "HOME" che si trova su ogni pagina. (uno dei quadretti piu' sinistro sulla barra soprastante )
Poi trovi questa immagine portasegreta.jpg, allora puo' ritornare a questa pagina cliccandola. e' un ingresso segreto!